Lasciato l’ormai nostro abituale ormeggio in terra ellenica dopo alcuni giorni di acclimatamento per riabituarci alla cortesia dei Greci , alla qualità e ai prezzi dei loro prodotti ( perfino le mele del sudtirol costano meno che da noi….) nonché per festeggiare con gli amici in sperdute taverne dove gli spiedi sono eccelsi….

ci siamo trasferiti, passando per l’ennesima volta per il canale di Lefkas in cui i lavori di dragaggio sono terminati ed è ora molto più agibile, a Vathy nell’isola di Itaca dove ci aspettavano Enzo e Nadia del Gardelin.

Canale di Lefkas
In navigazione verso Itaca
Itaca
Gardelin a Vathy
Scorci di Vathy
Vathy è stata un’altra bella scoperta che ci ha fatto apprezzare Enzo che già trent’anni fa con la sua attività di charterista esplorava tutti gli angoli del Mediterraneo orientale dalla Sicilia   al Mar Nero…. È situato in una baia completamente protetta e permette di ancorarsi agevolmente di fronte al paese . Anche questo è carino, pulito e ben fornito di negozi e taverne e di notte il colpo d’occhio ricorda il presepe…..Vathy by night.

Dopo Vathy Enzo ci ha portato in un’altra chicca di queste isole : una baia deserta incastonata in falesie calcaree bianche con spiaggetta pulitissima ed acque tanto trasparenti da costringere la Comandante ad immergervisi…

Così dopo alcuni giorni di bagni di sole e di mare abbiamo salutato i nostri amici e siamo ritornati a Vlikho in attesa di un forza 8 previsto per i giorni successivi.

Annunci